Mauro Padula è food stylist e fotografo freelance. Collabora continuamente con GialloZafferano e ha realizzato scatti per Kraft Philadelphia, Knorr, birra Moretti, Ferrero e Barilla.

In libreria lo potete trovare sfogliando i suoi cookbook di cui è autore o fotografo: Giallo zafferanoWhoopie! Piccole golosità in un bocconeCheesecakePronto in Favola. Tutti i giorni è online con il suo blog Quandopasta.it e sul suo account di Instagram @mauropadula.

 

mauro padula

 

Chi sei? Descriviti con 3 aggettivi “da viaggio”

Chi sono in aggettivi da viaggio? Diretto, non organizzato ma all inclusive! ; )

 

Raccontami di te: Dove vivi? Cosa fai nella vita?
Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Mi chiamo Mauro, vivo a Milano da circa 10 anni ma sono nato a Urbino e sono cresciuto nella provincia pontina tra Roma e Napoli. Ho studiato Comunicazione e attualmente lavoro come fotografo e stylist freelance specializzato in food.
Non ho particolari sogni nel cassetto se non quello di vivere sereno e tranquillo, un giorno possibilmente a Berlino.

Un post condiviso da Mauro Padula (@mauropadula) in data:

Qual è il tuo viaggio ideale?

Mare o città, senza mete precise e vivendo alla giornata godendomi il luogo. Non ho l’ansia del turista insomma.

 

Mare o montagna?

Mare, mare e solo mare.

Un post condiviso da Mauro Padula (@mauropadula) in data:

Hotel o tenda sotto le stelle?

Hotel, con vista sulle stelle.

 

Aereo, macchina o teletrasporto?

In realtà mi piace viaggiare in treno.

 

Viaggiare in compagnia o forever alone?

Compagnia (ma in treno preferisco il silenzio).

Un post condiviso da Mauro Padula (@mauropadula) in data:

Il viaggio che non scorderai mai e perché?

Ogni bel viaggio è indimenticabile, io ne ho molti da ricordare ognuno appartenente a diverse fasi della mia vita. Tra i più importanti: uno degli ultimi con i miei in Finlandia nel 1998, poi un viaggio itinerante nel Salento nel 2006, la prima vacanza importante con il mio compagno a Fuerteventura nel 2010. Quasi tutti viaggi on the road anche se per brevi distanze, ma decisamente formativi.

 

Hai un’immagine che lo rappresenta?
(puoi inviarmi uno scatto, un’illustrazione o scarabocchia quello che ti passa per la mente)

Questa è un immagine del viaggio a Fuerteventura. Rappresenta bene la libertà e il senso di leggerezza che ha caratterizzato la vacanza.

 

mauro padula

 


Cosa non può mancare nella tua valigia?

La macchina fotografica. Ma non quella che uso per lavoro: in vacanza mi accontento dell’iPhone e di una vecchia reflex a pellicola.


La tua prossima meta?

Budapest, per la prima volta. E poi nuovamente Berlino.

 

Un post condiviso da Mauro Padula (@mauropadula) in data:


Un post condiviso da Mauro Padula (@mauropadula) in data:


Dove non torneresti mai più?

Isola d’Elba. Era agosto e l’isola troppo piccola.

 

E il tuo luogo preferito in assoluto?

Tempo fa sono stato alle Seychelles per lavoro. Era una settimana di shooting fotografico di moda ambientato in un’isoletta semi deserta dell’arcipelago: da un lato resort di lusso dall’altro giungla incontaminata stile Lost. Purtroppo ho avuto solo un giorno libero, ma me lo sono goduto il più possibile. Spero un giorno di riuscire a tornarci, esclusivamente per vacanza.