Chicago è una delle più grandi città americane e una delle prime ad essere dotata di una linea ferroviaria urbana, diventando nel tempo un importante nodo ferroviario.

La città possedeva una delle più estese reti di tram e vantava una moderna linea sopraelevata, la Chicago South Side inaugurata nel 1892. Questa linea viaggiava su pilastri al di sopra delle strade, raccogliendo i passeggeri dalle affollate vie del centro.

Diversamente da New York, che abbandonerà molte delle sue Els sostituendole con percorsi sotterranei, Chicago ha mantenuto questa linea, la L, Loop, che è diventata un landmark della città sin dalla sua nascita nel 1897.

Una grande mappa pieghevole del 1898 del Metropolitan West Side El include un dettaglio della Loop. Per molti anni le linee ferroviarie urbane di Chicago sono rappresentate in relazione alle strade della città e insieme al lago Michigan, posizionato in basso al centro, erroneamente rispetto l’orientamento del Nord.

mappa metropolitana chicago

Le mappe rimangono strettamente topografiche, ma quella pubblicata nel 1913 ha subito una semplificazione che la rende più leggibile. In questa carta inoltre vengono utilizzati pallini per individuare le stazioni. La mappa del 1926, stampata in monocromia, rispecchia i tempi austeri della Grande Depressione.

Dal 1943 la metropolitana conoscerà una notevole espansione con la realizzazione di cinque miglia di nuove rotaie, una parte sotto State Street, l’altra che corre da nord a sud conosciuta come Deaborn Street Subaway finita nel 1951.

Nel tempo sempre più mappe iniziano a rappresentare il lago a destra in modo tale da indicare correttamente la direzione del Nord, così come conferma la mappa metropolitana Chicago del 1946.

mappa metropolitana chicago

Quando negli anni ’50 e ’60 l’auto regnerà suprema in America, anche Chicago rinuncerà a qualche Ls, anche se si continuò ad investire nel trasporto pubblico, estendendo alcune linee già esistenti e assicurando un ottimo collegamento tra gli aeroporti e il centro città. Grazie alla meticolosa attenzione al dettaglio del CTA, Chicago Transit Authority, e all’importanza che si vuole dare ad un sistema unificato, tutto il materiale promozionale è stampato con un grande formato pieghevole che mostra l’intera area metropolitana.

Solo nel 1965 viene pubblicata la prima mappa metropolitana Chicago schematizzata che mostra esclusivamente le linee ferroviarie urbane: le Ls, il Loop e le subway, senza relazioni con strade o traiettorie dei bus.

Le linee appariranno tutte blu nel 1970 e distinte dal colore nel 1991 nella mappa metropolitana Chicago, quando saranno inoltre chiamate a seconda della loro attività con nomi come Congress, Dan Ryan o Ravenswood.

Dal 1993 le linee prenderanno il loro attuale nome che fa riferimento al colore che le identifica, grazie ad un re-styling di tutto il sistema che porterà alla trasformazione della segnaletica delle stazioni e del materiale promozionale. Le mappe dunque diverranno più slegate dalla realtà geografica e utilizzeranno curve standardizzate.

mappa metropolitana chicagomappa metropolitana chicagomappa metropolitana chicagomappa metropolitana chicago