Eric Fisher ha realizzato qualche anno fa il progetto Locals and Tourists, realizzando delle mappe attraverso le quali è possibile leggere quali siano i quartieri e le zone maggiormente visitate dai turisti contro quelle vissute dai locali.

Le mappe sono disegnate incrociando i dati dei geotag provenienti da Flickr e Picasa, segnando in rosso i luoghi fotografati dai turisti e in blu quelli ripresi dagli abitanti.

Il risultato è quello che ci aspettiamo: quartieri, centro e città turistiche hanno la maggior presenza di rosso, periferie, quartieri popolari di blu.

Firenze, Roma, Venezia e Las Vegas sono delle chiazze rosse. Mentre Las Vegas e Venezia non sorprendono, essendo visitate da un volume di turisti che supera il numero degli abitanti, colpisce Roma con la poca presenza di blu. Milano, con fulcro in Duomo, e Torino rispettano l’equilibrio di blu e rosso, con la maggior presenza di luoghi fotografati dai turisti in centro e nei luoghi d’interesse, così come San Francisco (con picchi lungo il Golden Gate Bridge, Fisherman’s Wharf e Alcatraz) e Barcellona.

Nelle foto ricordo dei turisti parigini c’è tutta la zona lungo la Senna, la Tour Eiffel e gli Champs-Élysées fino a La Défense e l’isolata Montmartre. Una chiazza rossa fuori città è rappresentata da Versailles.