Ciao! In questa mini guida alla città del Duomo voglio segnalarti 10 luoghi che nessuno ti suggerirà di visitare Milano ma che ne rappresentano la vera essenza!

Duomo, Corso Como, Corso Garibaldi, Corso Vittorio Emanuele, La Rinascente, Porta Nuova, I Navigli, Hollywood, Via della Spiga, Sempione: ecco 10 luoghi blasonati che non troverai scorrendo questa pagina.

Qui troverai una piccola chiave per entrare nel suo cuore e visitare Milano, città dalle mille sfaccettature, come se fossi un local.

 

Sei pronto?

Andiamo a visitare Milano!

 

1. Muoversi in tram o col BikeMi

 

Un post condiviso da Milano Per Sempre (@milanopersempre) in data:

 

Il modo migliore per visitare Milano è a piedi, in tram  o con il servizio di bici in affitto BikeMi.

Lascia perdere la metro e goditi il fascino dei tram che percorrono tutta la città. Fermi nel tempo e distaccati dalla frenesia e il dinamismo che caratterizza gli abitanti della città.

Ci sono sempre più milanesi che si muovono in bici, la città è piccola e ci si riesce a spostare da un capo all’altro in poco tempo. Ma le difficoltà non mancano: poche piste ciclabili, tanto pavè e pericolosissimi binari dei tram.

 

 

2. Relax ai Giardini

 

Un post condiviso da Leonardo Traversa (@leotraversa) in data:

 

I Giardini Indro Montanelli (chiamati anche Giardini di Porta Venezia) per un momento di relax, per fare pic nic, per una passeggiata, per fare running.  

I quattro angoli del parco toccano Corso Buenos Aires / Porta Venezia, Repubblica, Corso Manzoni / Brera, Corso Venezia / Quadrilatero della Moda.

Fermatevi a bere un caffè o per un panino da Pippo e date un’occhiata al programma: nelle serate d’estate potreste ritrovarvi durante uno dei concerti jazz qui organizzati.

Al bordo del parco c’è la Galleria d’Arte Moderna.

 

 

3. Arte in Hangar Bicocca

 

 

Spazio in cui entrare letteralmente “in contatto” con l’arte contemporanea. Installazioni e perfomance coinvolgenti e che catturano il fruitore. Consulta il programma per conoscere l’esposizione in corso e vivi l’arte da vicino.

 

 

4. Domenica all’East Market, e da Anna & Leo

 

Un post condiviso da East Market {Milano} (@eastmarketmilano) in data:

 

Durante tutto l’inverno le domeniche sono scandite dagli East Market che si tengono nel quartiere di Lambrate, periferia est di Milano. Mercatino dedicato al vintage e all’art crafting co djset e spazio street food.

Per riempirvi la pancia, in zona c’è Anna & Leo che prepara l’esclusivo “spirolazzo”, una sorta di barca fatta di impasto di pizza riempita abbondantemente con pomodoro, formaggio e altri ingredienti a vostro piacimento.

 

Un post condiviso da Pietro Duchi (@eggpete) in data:

 

 

5. Shopping in Ticinese

 

Un post condiviso da Mattia Ruffoni (@mruffoni) in data:

 

Ticinese rimane ancora il luogo da visitare Milano per del buon shopping.  Piccole boutique si mescolano a qualche grande catena come American Apparel (che ci ha abbandonato quest’anno!) o Cheap Monday.

Si segnalano: Serendeepity, piccolo concept store in zona, dove trovare dischi alternativi, riviste undergound e abbigliamento vintage, e Dictionary, boutique con abbigliamento uomo e donna selezionato e hype.

 

 

6. Ape dal Bar Basso

 

Un post condiviso da Eleonora Carisi (@eleonoracarisi) in data:

 

Il Bar Basso è un’istituzione per l’aperitivo a Milano. Qui sono stati i primi cocktail a Milano, e sempre qui che ha visto la nascita il Negroni “Sbagliato”.

Locale perso nel tempo, camerieri non sempre accoglienti ma cocktail perfetti.

 

 

7. Cena in Balera

 

Un post condiviso da LaBaleraDellOrtica (@labaleradellortica) in data:

 

La Balera dell’Ortica è ormai diventata un luogo cool della città, senza perdere la sua veracità e l’impronta old style che la caratterizza. Cena con vino a volontà prima di andare in pista da ballo in cui vecchie coppie di anziani si mescolano a giovani hype, sulle note di qualche valzer o qualche pezzo italiano.

L’atmosfera è quella delle feste di paese, nel cuore della città della moda e del design.

 

 

8. Drink in Porta Venezia: Il Picchio + Love

 

Un post condiviso da @odiunoundici in data:

 

Il Picchio, nel quartiere di Porta Venezia è diventato, negli anni, luogo d’incontro per una moltitudine di giovani.

La scena è variegata e l’atmosfera informale e hype.

Al Picchio ci sente a casa, grazie anche all’accoglienza della famiglia che lo gestisce. Ogni cosa è stata lasciata al suo posto come se fossero ancora gli anni 80, persino la polvere sul pavimento.

Padre e figlio si occupano di servire cocktail a buon prezzo, la madre è alla cassa e alla tabaccheria, la figlia pronta è sempre a riempire piattini di patatine e parmigiana e a scherzare e chiacchierare con i clienti.

Cosa bere? I frigoriferi sono pieni di qualsiasi tipo di birra in circolazione.

A pochi passi dal Picchio c’è anche il Love, dal sottofondo glam, pop e rnb.

 

 

9. Notte in Loreto: La Boum + Glitter + Qlab

 

Un post condiviso da 💥LA BOUM 💥 (@laboum_milano) in data:

 

Visitare Milano significa anche apprezzare la voglia di vita e divertimento che pervade la città durante il weekend.

In zona Loreto ci sono tre club lgbt friendly che ti porteranno alle 5 del mattino senza che te ne accorga del tempo che passa.

La Boum è l’ultima nata nel panorama della movida notturna a Milano. Questa serata in zona Loreto è pronta a stupirti e divertiti con deejay-set ironici e pop in un’atmosfera friendly e informale. Al rintoccare della mezzanotte la balera vecchio stile che si è tenuta per tutta la serata dalle otto si trasforma pian pianino in una serata lgbt. 

Il Glitter vi delizierà con le sue girls e il ritmo dettato dalle star del pop internazionale Britney, Madonna, Beyonce e delle star urbane come Lalla Bitch e Myss Keta.

Elettronica, rnb al Qlab.

 

 

10. After in Darsena

 

Un post condiviso da LAview (@l_a_view) in data:

 

Quale posto migliore per aspettare l’alba della suggestiva Darsena?